Sri Lanka: 8 ragioni per convincerti a partire

Sri Lanka beach

Stai pensando al prossimo viaggio e non sai dove passare la tua prossima avventura? Non sei convinta dei soliti viaggi dove vanno tutti e vuoi qualcosa di diverso ma altrettanto intenso?

Allora lo Sri Lanka fa per te!

È stato per me un viaggio meraviglioso, arricchente e indimenticabile. Lo consiglierò per sempre a tutti! E per questa ragione ho pensato di scrivere una lista delle 8 cose che mi hanno impattato maggiormente, così da convincerti che scegliere lo Sri Lanka come tua prossima meta di viaggio è la miglior decisione che tu possa prendere.

Sri Lanka, safari Minneriya National park
Sri Lanka, torre Ambuluwawa
Sri Lanka, safari Minneriya National park
Sri Lanka, nine arches bridge Ella

1- La calorosità

Appena sono atterrata all’aeroporto principale del paese e sono uscita dal Terminal, i sorrisi sui visi e i loro “Benvenuta!” anche se non mi conoscevano, anche se non mi chiedevano nulla in cambio, mi ha solo che fatto sentire calorosamente accolta.

E già solo per questo, in un mondo in cui le persone sono solo grandi sconosciute e non ci perdiamo a scambiare convenevoli, è un dettaglio che mi porterò dietro per sempre.

2- I viaggi in treno

Sri Lanka, treno per Ella

Avventura mista a relax, il viaggio in treno è quello che ti arricchirà di più: passerai tra i villaggi incastonati nella giungla, vedrai mercatini sul bordo dei binari con i contadini che vendono frutta e verdura ai passanti, osserverai le scimmie appallottolate sui rami, gli uccelli che spiccano il volo quando sentono il rumore del treno. E farai foto mozzafiato!

Parti da Kandy a Nuwara Eliya e Ella o dalla stazione di Nanu Oya per un tratto più breve (circa 3 ore) in base al tempo che hai a disposizione. Arriverai a Ella, cittadina annidata tra le colline, dove potrai rigenerarti in mezzo alla natura con trekking fino a Adam’s Peak: la montagna più sacra del paese, dove Adamo venne al mondo e dove le farfalle vanno a morire – ed edifici datati dalla colonizzazione come il Nine Arches Bridge.

3- Le colline morbide

Dalla colonizzazione inglese del XIX secolo, lo Sri Lanka è diventato protagonista della produzione di tè Ceylon. Le piantagioni decorano il paesaggio dell’entroterra creando soffici colline che ti faranno finalmente riposare la mente dopo aver lasciato la città.

Tante piantagioni permettono di fare una visita e una degustazione. Sarai guidata da una persona che ti spiegherà tutto il processo di produzione, dal raccolto delle foglie all’essiccatura, fino alla realizzazione del tè vero e proprio che conosciamo. Ci sarà anche un negozietto interno per comprare delle scatole di tè da portare a casa.

4- Le spiagge

Sri Lanka, Trincomalee

L’isola è divisa in due in base ai monsoni: la nostra estate è per visitare la costa orientale, mentre durante il nostro inverno è consigliato visitare il sudoccidentale.

Le spiagge sono ampie, di sabbia che varia dal bianco al giallo caldo.

Lungo le spiagge si trovano tantissimi ristorantini pronti a cucinare il pesce appena pescato. Sono molto disponibili se hai delle richieste specifiche, ad esempio come me “no peperoncino” perché non mangio piccante – quasi impossibile nella cucina cingalese.

Le onde incorniciano l’ambiente e, se hai prenotato un bungalow sulla spiaggia come il WaterMusic dove sono stata io per tre giorni, ti culleranno anche durante la notte con il loro infrangersi sulla battigia.

5- La cultura

Lo Sri Lanka è il centro del culto buddista e conta oltre i 14.000 templi su tutto il territorio. Inoltre, conserva gelosamente rovine, affreschi e reliquie datati più di 2000 anni. Ci sono le grotte a Dambulla, le rovine a Sigiriya, il Tempio del Dente a Kandy, il tempio dedicato a Shiva a Trincomalee per proteggere l’isola dalle catastrofi naturali.

Sull’isola regnano due religioni principali: indù e tamil. Entrambe provengono da scritti di lingua indiana e possono essere paragonati ai nostri dialetti. Se l’indù è la lingua principale che si insegna a scuola, il tamil esiste da più di 2000 anni e la rende una delle lingue classiche più antiche del mondo.

Per rendere l’esperienza ancora più unica, ti consiglio di andare a Kandy tra luglio e agosto durante la loro festa buddhista principale Esala Perahera, in onore della reliquia del Dente, dove elefanti elegantemente decorati e ballerini si riversano per le strade in un’unica grande festa.

6- I safari

Il paese conta 26 parchi nazionali tra cui scegliere per un’esperienza in safari. Se sei fortunata potrai anche vedere degli animali originari dello Sri Lanka, oltre all’elefante che incontri anche nei villaggi, nei safari ci sono anche il leopardo e l’orso bradipo, entrambi molto più rari da avvistare. Dal lato marino invece, la balenottera azzurra e il capodoglio sono altre due specie originari del paese, che si possono osservare in determinati periodi dell’anno sui punti di osservazione, come nella città di Trincomalee sulla costa orientale.

Ho prenotato il safari al Minneriya National park per un giro di due ore in jeep con una guida.

Un’altra avventura che vale la pena la sosta è al Pinnawala, l’orfanotrofio degli elefanti. È un complesso creato nel 1975 per accogliere gli elefanti che hanno perso i genitori o per quelli feriti.

7- L’energia

L’isola è ovattata da un’energia molto intensa e rilassante e, per chi riesce a sentirla, è davvero appagante.

Si trovano tanti luoghi per praticare yoga, meditazione e reiki. Si possono trovare anche dei centri benessere incastonati nella giungla, che offrono trattamenti ayurvedici e massaggi di ogni tipo.

I prezzi sono anche contenuti e molto competitivi rispetto a quelli che abbiamo in Italia. Pensa a regalarti almeno un massaggio durante la vacanza, te lo sei meritato!

8- Le pietre preziose

Lo Sri Lanka è una miniera unica di tantissime pietre preziose, registrandosi come uno dei produttori più importanti di gemme colorate al mondo, primo rivale di Brasile e Russia per il podio.

In effetti, uno dei soprannomi dello Sri Lanka è proprio “Isola delle Gemme”, non per nulla questo è uno dei punti per convincerti a viaggiarci. Nell’entroterra, soprattutto intorno alla città di Kandy, troverai diversi negozi e musei che potrai visitare. Se sei un’esperta o se semplicemente ti piacciono le pietre, troverai sicuramente ciò che fa per te!

A Kandy ti invito a visitare il museo di gemmologia e di pietre naturali, dove potrai ripercorrere la storia e scoprire i metodi di scavi creati nel tempo.

Se in qualche modo ti ho convinta, in questo articolo troverai la guida dei miei 12 giorni in Sri Lanka, con l’itinerario giorno dopo giorno tra natura, storia e oceano.

SALVA PER DOPO

8 RAGIONI PER CONVINCERTI A PARTIRE SRI LANIKA, AVVENTURA, VIAGGI

Copertina Image by lifeforstock on Freepik
Tutte le altre foto sono mie © Olimpia Louise Bruno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Verified by MonsterInsights